Due cose sul merito

Dato che ieri ne scriveva un ex direttore dell’Economist che ha molto a cuore l’Italia, Bill Emmott (tradotto da Carla Reschia sulla Stampa); dato che su questo ha insistito parecchio anche Matteo Renzi nella sua campagna per le primarie del PD; e dato che, in generale, un sacco di persone – dal ministro dell’Istruzione di turno al mio amico kebabbaro, mercoledì scorso – da anni parlano giustamente di “merito” quando non sanno come meglio soddisfare la richiesta collettiva di una Grande Soluzione a tutti i nostri mali; il dibattito sembra allora maturo per fare un passo avanti e ricordare, veloce veloce, un paio di punti che vengono dopo che ci siamo detti che serve la meritocrazia. Così, tanto per portarci avanti col lavoro.

  • Essere pronti io e te a riconoscere l’autorità e accettare il giudizio, possibilmente inappellabile, di un terzo – un uomo, un collegio, un dio: logicamente è uguale – che stabilisca chi merita tra me e te. Da cui una serie di altre questioni di ordine logico che dovremo essere eventualmente preparati ad affrontare (e chiudere in fretta per evitare avvitamenti nefasti), questioni del tipo teoria dei tipi logici di Russell o anche, che è uguale, questioni del tipo Watchmen: chi controlla i controllori?
  • Fatto quello, essere pronti ad ammettere che oltre ai meritevoli c’è tutto un universo, ben più esteso, di non meritevoli o meno meritevoli. E che proprio di questi i meritevoli dovranno occuparsi.

Se ci siamo, coraggio e avanti tutta. Nel frattempo, un Platone editorialista su Repubblica aiuterebbe. E ci sta tutto.

Un pensiero riguardo “Due cose sul merito

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...