“Questi bronzi mi fanno girare la testa”

C’è soltanto una tradizione più lunga e tediosa di quella degli spot turistici della regione Calabria: quella delle polemiche per gli spot turistici della regione Calabria. È una guerra che va avanti da decenni senza innovazioni sostanziali e senza particolari successi, né da una parte né dall’altra.

Senza dilungarmi, segnalo l’ultimo videoprodotto della inarrestabile macchina turistica regionale, e la sensazione che ne ricava un vecchio militante della resistenza anti-promozionale come me: cioè che tutto questo – qualunque cosa sia: “coste frastagliate”, “suggestivo entroterra”, cultura, sapere, salumi, salami – non cambierà mai. Sopravviverà alla rotazione terrestre e ai tablet.
Fatevi sotto.

Avrei un piano. È noto a questo punto che gli spot della regione Calabria non si possono né fermare né cambiare. E quindi – ai nuovi militanti della resistenza, sezione creatività – per la prossima volta consiglierei di giocare d’anticipo: ributtare a mare quelle due benedette statue e mettere su una caccia al tesoro, facendo affidamento sui messaggi promozionali degli ultimi trent’anni e dei prossimi:
«scopri i bronzi di Riace».

Ma forse quegli altri, una volta orfani dei bronzi, non lo direbbero più. Perché manco un briciolo di umorismo ci hanno.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...