Archivi categoria: rassegna stampa

Due cose su Peter Higgs

Ieri Peter W. Higgs e François Englert sono stati premiati con il Nobel per la Fisica per la loro teoria sulla particella fondamentale che conferisce massa alle particelle subatomiche, il cosiddetto bosone di Higgs, la cui esistenza empirica è stata recentemente dimostrata dagli esperimenti ATLAS e CMS al laboratorio CERN di Ginevra.

Solitamente i bookmaker internazionali quotano soltanto il Nobel per la Pace e quello per la Letteratura; per la Fisica, Higgs era comunque ritenuto da tempo il principale favorito di quest’anno, e quindi si capisce perché da qualche giorno abbia deciso di staccare il telefono e sparire dalla circolazione per un po’, senza avvisare neppure il professore Alan Walker, suo caro amico e collega all’Università di Edimburgo.
Continua a leggere

Dare nomi alle cose

Ieri l’ex presidente del Consiglio Mario Monti se l’è presa con il Corriere della Sera, con i «commentatori autorevoli formatisi nella prima e nella seconda repubblica» e, in genere, con un certo modo di scrivere di politica in Italia (non è la prima volta che critica le abitudini della stampa, ma finora era stato meno esplicito, che io ricordi). E il direttore De Bortoli gli ha risposto su Twitter «grazie della rassegna», che mi avrebbe anche strappato un sorriso se non fosse che la rassegna me lo toglie subito dalla faccia, se di rassegna si tratta.
Continua a leggere

«Una volta sarebbe bastata»

C’è questo giornalista – Daniel Bergner, scrive sul supplemento domenicale del New York Times – che ha pubblicato un libro di cui alcuni grandi siti americani si stanno occupando (tipo marchetta ben fatta), e di cui presumibilmente si occuperanno anche quelli italiani, non so se nelle apposite sezioni urlanti o nel rullo delle cose serie. È sul desiderio sessuale nelle donne, affrontato con le consuete premesse: cose di cui non si parla mai abbastanza (sebbene se ne parli molto, ciclicamente).
Continua a leggere